Le persone

Elena_LahÈ giornalista, designer, attrice e regista. È Presidente dell’Associazione culturale Muse, che nasce con l'obiettivo di valorizzare i beni culturali, storici e ambientali ed ha sede a Milano. Da più di dieci anni si occupa di teatro e di memoria. In particolare ha curato il progetto multimediale (spettacolo teatrale, volume, sito internet, mostra) del progetto Gramsci 2007, che ha ottenuto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Con l'Associazione, ma anche per interesse personale, ha curato numerosi progetti di questo tipo, come 9maggio78, sulle figure di Aldo Moro e Peppino Impastato, poi sfociato in AUT. Da sei anni è improvvisatrice presso la scuola Improteatro di improvvisazione teatrale. Ha partecipato a numerosi seminari teatrali, collaborando con registi come Omar Argentino Galvan e Jim Libby.

Duccio_AgrestiRegista, cineoperatore e editor video.
Come regista video ha diretto il “Festival Grevigiano”, festival canoro; la trasmissione televisiva “Quarto Piano”, per la prima e la seconda edizione; un documentario industriale per Chiron (Francia); il videoclip musicale per il cantante Tenedle “Il Cerchio”; il documentario di viaggio “Costa Rica, pura vida” per la RAI, la performance con proiettori per l'opera teatrale “Meteora”; una serie di documentari a tema sociale promossi dal'associazione Arca e dal Comune di Firenze; un video per Alchimia, scuola di gioielleria contemporanea di Firenze; il videoclip musicale per il cantante Tenedle “Il più forte”; il cortometraggio “Una storia sospesa”; il documentario di viaggio “Kapadokia” per RAI, promosso dal Ministero del Turismo turco; il cortometraggio “Full Optional” (girato in 16mm);  il documentario di viaggio “Il golfo di Orosei tra mare e terra”; video promozionali per sfilate e hairstylists; un documentario industriale per “CB navi” e “3C”; il cortometraggio “Articolo 1”.
Come cameraman e editor ha seguito numerose campagne pubblicitarie di case farmaceutiche internazionali come Eli Lilly, Alpha Wasserman, Menarini, Intas prodotti dalla FRI Communication Group; il videoclip musicale “Whatever is wrong with you” dei Marillion, band scozzese mainstream; il videoclip “Randagi” dei Malfunk; il videoclip “Bruci la città” di Irene Grandi, artista mainstream, prodotto dalla Warner Music; “Movie & sound”, installazione di videoarte per il pittore Massimo Venturi. Ha inoltre fornito supporto tecnico e montaggio degli estratti per “Festival dei popoli”, film festival internazionale del documentario.
PREMI
BEA 2009: Primo classificato per la categoria filmati incentive e formazione.
2004: Primo premio per il miglior cortometraggio “La pace di Piero” promosso dalla Fondazione Fabrizio De Andrè.
Videominuto 2003: Terzo classificato per il miglior cortometraggio per “Full optional”.
Videominuto 2002: Primo classificato per il miglior cortometraggio per “Articolo 1”.

Andrea_NarsiAttore e regista. Si è formato presso l'Accademia d'arte drammatica Paolo Grassi di Milano, sotto la direzione di Stefano Boselli.
Tra i suoi spettacoli come attore: “Miracoli”, di A. Rossi, regia di Stefano Boselli, Compagnia Movimenti maldestri. Teatro delle Erbe, Milano; “Macbeth”, di W. Shakespeare, regia di Stefano Boselli. Teatro Franco Parenti, Milano. Ruolo: Banquo; “Il barbiere di Siviglia” (opera lirica), di G. Paisiello, regia di Andrè Ruth Shammah. Teatro Franco Parenti, Milano. Ruolo: mimo; “Hamlet 99”, monologo di Andrea Narsi, regia di Bruno Bauer. Festival teatri invisibili di San Benedetto del Tronto; “La traviata/La signora delle camelie”, di G. Verdi, A. Dumas, regia di Stefano Boselli, maestro Alessandro Nidi. Teatro del Tempo, Parma. Ruolo: Armando.
Come regista: “Elfi”, testo e regia di Daniele Franci. Centro teatrale europeo Etoile. Teatro Regio, Reggio Emilia. Ruolo: Peter e aiuto alla regia; “Un caffé sospeso”, di Cecilia Vecchio, regia di Stefano Boselli. Classico Village, Roma; “IN-FEDELTA’”, scritto e diretto da Andrea Narsi. Teatro Comunale di Torrita di Siena. Patrocinio Teatro Stabile di Torino; “La svista”, adattamento e regia di Andrea Narsi da “Molto rumore per nulla”, di W. Shakespeare; “Il filo delle donne Veneziane”, regia Andrea Narsi da un idea di Chiarastella Seravalle per Regione Veneto 2007.

Andrea_GaetaniAttore, compositore, musicista e cantante, si è formato come attore presso il laboratorio triennale di Teatrobliquo, ha seguito numerosi stage formativi come lo stage sulle maschere della commedia dell’arte condotto da Claudia Contin e Ferruccio Merisi, seminario di recitazione cinematografica a cura di Roberto Fossati, seminario “Verso un teatro poetico” condotto da Dominique de Fazio e ha lavorato con Carmen Piga, Cecilia Vecchio, Pablo Scarpelli, Andy Ferrari, Silvio da Rù.
Tastierista in numerosi gruppi pop, ha composto la colonna sonora dei cortometraggi “Marta”,“Information overload”, “Lacrime di ghiaccio”. Come attore ha partecipato a “L’isola” e “Mal di pancia” di A. Pinter presso teatro San Fedele per la regia di Durshan Savino Delizia, “Le cognate” di Tremblay nel ruolo di Des-Neiges Verrette presso teatro Wagner per la regia di Durshan Savino Delizia, il cortometraggio in pellicola “Un’esile incrinatura” di Thomas Tezzon nel ruolo dell’agente immobiliare, numerosi match d’improvvisazione teatrale e spettacoli d’improvvisazione (Imprò, Real Game, Monologhimprò, Catch imprò) presso teatro Barrio’s di Milano, teatro Sedi di Genova, villa Arconati all’interno della rassegna “Monologhiamo”, Museo Diocesano di Milano, Zelig di Milano, “Sogno di una notte di mezz’estate” con la compagnia Teatrobliquo di Shakespeare nel ruolo di Flute al teatro Elena di Sesto San Giovanni, al teatro Giovanni XXIII di Cusano Milanino, al teatro Sala Fontana di Milano ed altri, “La locandiera” di Goldoni con la compagnia Teatrobliquo nel ruolo di Fabrizio, “Ormoni e Neuroni” Miniserie all’interno della trasmissione “Mai dire grande fratello” in onda su Italia 1, episodi 3,6, 9 e 10. Nel 2010 ha partecipato allo spettacolo sulla memoria di Piazza Fontana “Segreto di Stato”.
In qualità di baritono ha eseguito i brani “De animali Numerante” e “de animali volante” di M. Frequin presso la sala Puccini del conservatorio G. Verdi di Milano.

Marco_ParisiAttore e regista, si è formato presso la Scuola di teatro triennale presso TeatrObliquo, ha frequentato il corso di voce e dizione presso TeatrObliquo condotto da Massimo Massari e il corso di canto (coro) presso i civici corsi di Milano (1993-1994).
Ha seguito i seminari di approfondimento "il Corpo in Maschera" condotto da Claudia Contin e Ferruccio Merisi della Scuola Sperimentale dell'Attore di Pordenone, il seminario residenziale sull'opera di W. Shakespeare "Macbeth" condotto dai docenti di TeatrObliquo, di canto, condotto da Aoki Kieko, cantante soprano, Teatro Danza condotto da Franco Reffo e Paolo Baccarani della Compagnia di danza Corte Sconta, il seminario avanzato "l'Attore Magnetico" condotto da Silvio Da Rù.
Tra le numerose esperienze professionali come attore segnaliamo le letture teatrali tratte da "In Asia" e "La fine è il mio inizio" di Tiziano Terzani, "Sogno di una notte di mezz'estate" di W. Shakespeare con la Compagnia TeatrObliquo, "La cena dei Cretini" di Francis Veber con la Compagnia Spazio Scenico, la lettura teatrale de "La Bottega dell'Orefice" scritti teatrali di Karol Wojtyla con la Compagnia Spazio Scenico, "Le Quattro Principesse", tratto da un racconto di Marina Valcarenghi, con la Compagnia TeatrObliquo, "Il Fantasma di Canterville" tratto dall'omonimo racconto di Oscar Wilde con la Compagnia TeatrObliquo, "Terrore e Miseria del Terzo Reich" di Bertold Brecht con la Compagnia TeatrObliquo (maggio 2002).
È stato poi assistente della regista ed insegnante Daniela Monico per la preparazione dello spettacolo "Le Baccanti" di Euripide selezionato per il Festival Internazionale Classico dei giovani di Palazzolo Acreide (Siracusa), assistente dei registi ed insegnanti Durshan Savino Delizia e Massimo Massari per i corsi di formazione dell'attore organizzati da TeatrObliquo.


Giulio_LocatelliAttore, inizia la sua esperienza teatrale al liceo Liceo Mascheroni di Bergamo, per poi frequentare la scuola d’improvvisazione teatrale Teatribù di Milano, quella del Centro Universitario Teatrale di Bergamo e oggi la scuola d’improvvisazione teatrale Improvincia di Monza Brianza, di cui è cofondatore.
Come attore ha recitato su testi di Plauto, Pirandello, ha partecipato ai musical “Notre Dame de Paris” e “Jesus Christ Superstar” oltre ad aver partecipato a rappresentazioni storiche in costume, come quella di Sebeate.
Ha improvvisato nei format “Catchimprò”, “139, o di sana e robusta Costituzione”, “Improlab”, “Storie a tracolla”.

Luca_MapelliAttore, ha frequentato la scuola d’improvvisazione teatrale Teatribù di Milano e oggi la scuola d’improvvisazione teatrale Improvincia di Monza Brianza, di cui è cofondatore.
Ha partecipato a seminari tenuti da Antonio Vulpio, Rino Cerritelli, Omar Argentino Galvan.
Ha improvvisato nei format “Catchimprò”, “139, o di sana e robusta Costituzione”, “Improlab”, “Storie a tracolla”.

Tenedle

Autore, cantante, performer e produttore.
All’anagrafe Dimitri Niccolai, dopo una lunga militanza nella band elettropop LAUGHING SILENCE (Firenze, 1985/95), produce sotto lo pseudonimo di TENEDLE diversi progetti da solista sin dal 1997. Psicfreakblusbus (2003), Luminal (2005), Alter (2007) e il nuovissimo Grancassa (dicembre 2010), sono gli album ufficiali pubblicati ad oggi. Tenedle scrive ed ha scrittto musica per svariati progetti per teatro, esposizioni di arte figurative, cortometraggi e immagini, sia in Italia che in Olanda, dove attualmente vive e lavora. Il sito ufficiale, www.tenedle.com è il riferimento principale per ascoltare le sue ultime produzioni e rimanere aggiornati sui suoi impegni attuali.
La musica di Tenedle, tra la canzone d’autore e l'elettronica, le parole e i temi immaginari dei suoi concept hanno portato la
stampa a definirlo "cantautore visionario". Se da un lato però, per cantautore, si intende l'importanza che viene data ai testi, non è assolutamente in secondo piano l'attenzione e la cura che Tenedle riserva alla produzione e a cio che il suono può offrire in termini di “fotografia” alla sceneggiatura dei suoi piccoli film. Questo lo allontana apparentemente dalla figura del cantautore classico, ma la sua resta Canzone d’autore anche se come lui stesso ama definire, contemporanea.
Ascoltare è il modo migliore per entrare in un universo musicale sicuramente personale, riconoscibile.
Le performance, i concerti di Tenedle, negli anni sempre più influenzati dalle esperienze teatrali e dall’uso delle immagini con le quali riesce ad offrire, raccontare qualcosa di personale anche dal vivo.